logo

GIOVANI E APPRENDISTATO: BRACCHI CONDIVIDE LA SUA ESPERIENZA

  • Dicembre 3, 2017

Bracchi racconta la sua esperienza durante l’incontro organizzato da Randstad per quanto riguarda il tema “dell’apprendistato”. Apprendistato, alternanza scuola-lavoro e ITS: le opportunità che offrono alle aziende di tutto il mondo e la posizione di Bracchi a riguardo.

Giovedì 30 novembre si è tenuto presso il Point di Dalmine (Bg) un incontro ospitato da Randstad, al quale hanno partecipato i rappresentanti di diverse aziende, tra cui anche Bracchi. L’obiettivo dell’incontro era quello di informare le aziende sull’enorme potenziale che il contratto di apprendistato può offrire loro ma, soprattutto, può offrire ai giovani.

Dopo una breve introduzione di Fabrizio Frigerio, Area Manager di Randstad Italia, l’incontro ha avuto inizio: il Secondment & Innovation Director Roberto Spinelli ha illustrato la situazione odierna del mondo del lavoro.

In particolare, ha sottolineato come fino a pochi anni fa alle agenzie del lavoro fosse richiesto soprattutto il

ricollocamento di persone già presenti nel mondo del lavoro, che possedessero competenze base; negli ultimi anni, invece, sono richieste sempre più competenze e di maggiore qualità.

Diventa quindi una sfida per le imprese cercare personale adatto alle proprie esigenze. Il progetto di Randstad è quello di ricercare, selezionare e formare i giovani a partire dalle scuole e sostenerli nell’ingresso al mondo del lavoro.

Per un percorso di apprendimento graduale, l’agenzia propone il contratto di apprendistato in somministrazione: un contratto a tempo indeterminato (che prevede comunque delle possibilità di recesso in casi particolari), con formazione e tutoraggio condivisi con Randstad. Si tratta di una sorta di “allenamento” che permette al giovane di sperimentare le dinamiche aziendali e di imparare delle competenze specifiche. Dall’altra parte, deve esserci anche un coinvolgimento da parte dell’azienda, che deve sentirsi pronta a trasmettere le competenze e ad accettare l’apprendista.

Lucia Mazzucca (Coordinator per la Fondazione ITS Tech Talent Factory) ha poi spiegato in cosa consiste il sistema duale, ovvero la stretta connessione tra conoscenza teorica da un lato, e lo sviluppo delle conoscenze pratiche dall’altro. I 3 strumenti sperimentati da Randstad sono l’apprendistato, l’alternanza scuola-lavoro e il sistema ITS. In particolare, la dottoressa Mazzucca si è concentrata sull’apprendistato di terzo livello, cioè quello rivolto ai giovani con età tra i 18 e i 29 anni che abbiano l’obiettivo di conseguire diplomi ITS, lauree triennali e magistrali e titoli successivi. Ha poi sottolineato i vantaggi di un contratto di apprendistato sia per il giovane (che ha l’opportunità di maturare soft skills, crescere e investire nel proprio futuro), sia per l’azienda (agevolazioni economiche e fiscali).

Bracchi al momento sta puntando molto sulle collaborazioni con l’ambiente scolastico e universitario, favorendo l’ingresso di giovani in azienda e permettendo loro di avere un primo approccio professionale.

Track Your Parcel